Holland park

cascata a holland park

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Rose

rose rosse e rosa

Pubblicato in Racconti brevi | Lascia un commento

Orizzonte

cattedrale e parlamento europeo a strasburgo

Correndo guardando l’orizzonte in un punto che hai già messo a fuoco ti fermi la osservi le prendi la mano e continui a correre lei non lo sapeva ma lo immaginava ti senti leggero con l’amore che brucia sui passi le orme di fuoco che non dimenticherai mai

Pubblicato in Racconti brevi | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dove sei?

laghetto con le paperetramonto sulla collina a hastings

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Reale

visuale di un angolo del parco di st james

T’accorgi di amare ma non puoi sapere anch’io è la risposta che volevi dare nessuna domanda non fa differenza la guardi di nuovo e non vuoi stare senza quel senso di bello che ti balla nel cuore dove la meraviglia sorpassa il dolore cercavi da tanto e lei ti ha trovato non lo ammetterai mai che ti sei innamorato per sempre non serve ma aiuta a sperare che il sogno si leghi alla vita reale

Pubblicato in Racconti brevi | Lascia un commento

Pensieri di notte

mano che prende la luna di notte

Quello che c’è fino a che spunta quello che vuoi quello di cui hai bisogno e quello che ti rende felice la lente su quello che manca ingrandisce quello per cui hai lottato schivando coincidenze come proiettili e ti appoggi al muro sapendo che sta per finire ti rassegni o vai avanti rinunci o ricominci aspetti o fai qualcosa eppure rimbomba chi ti aveva detto che sarebbe stato tutto cosí semplice

Non è dato sapere se mi vuoi vedere a chi vuole andare non offro da bere ma se vuoi venire non devi mentire poi basta giocare possiamo salire per ora e per sempre ho bisogno di amare le cose non dette e quelle già fatte l’insieme di tutto e una parte di me poi basta parlare c’è tanto da fare se non vuoi capire mi metto a dormire mi bacia la notte tra mille pensieri domani ha bussato e non è piú ieri

Pubblicato in Racconti brevi | Lascia un commento

Bugie

chiesa sacro cuore parigi

Il peso di tante parole non dette la voglia di dirle e la coscienza di tacere le bugie che fanno male tanto a chi le dice quanto a chi ascolta nude promesse che portano a letto a giocare al dottore che non guarirà mai le lacrime di coccodrillo che vengono dopo aver sussurrato il piacere in un orecchio sordo e a volte ti chiedi se lui abbia un anima ma la risposta è scontata quanto la voglia di ricominciare a scommettere sulla cavallina vincente

facciata di una chiesa vista dal basso

Solo a guardare la notte abbracciare le stelle la luna trasforma una preghiera in un sogno piú vero che puntualmente dimentichi all’alba del giorno che verrà e allora ti giri nel letto per prendere sonno scegliendo il desiderio piú dolce sul quale addormentarti e in un battibaleno tu non ci sei piú

scalinata

Senza un motivo ti tengo la mano sperando che un giorno lo farai anche tu se corri ti lascio e se destino ti raggiungo non riesco a prevedere le promesse prima ancora di lasciarmi andare a stupidi calcoli avvelenati da un amore che non sa di sogno ma è maledettamente vero come uno specchio che differenza fa se poi non riesco a cantare che sono felice è inverno se ti lasci piovere addosso

Pubblicato in Racconti brevi | Lascia un commento